Bonus sociale idrico

Il bonus sociale idrico per la fornitura di acqua agli utenti domestici economicamente disagiati, ai sensi del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 13/10/2016 e della deliberazione ARERA n. 897/2017/R/IDR, modificata ed integrata dalle deliberazioni n. 227/2018/R/IDR e n. 165/2019/R/COM, è una agevolazione, a decorrere dall’anno 2018, che garantisce una riduzione della spesa per i consumi idrici alle famiglie in condizioni di disagio economico e alle famiglie numerose. Il bonus consiste in uno sconto in bolletta pari al costo di 18,25 mc annui (equivalenti a 50 litri al giorno) per ciascun componente il nucleo familiare.
Hanno diritto ad ottenere il bonus acqua gli utenti diretti ed indiretti del servizio di acquedotto in condizioni di disagio economico sociale, cioè che sono parte di nuclei familiari:
con indicatore ISEE non superiore a 8.107,5 euro;
con indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro se con almeno 4 figli a carico.
Con l’introduzione del Reddito di Cittadinanza (RdC), ai sensi dell’art. 1 e seguenti del decreto-legge 28/1/2019, n. 4, convertito dalla legge 28/3/2019, n. 26, sono state introdotte alcune novità anche a livello delle agevolazioni per le famiglie economicamente svantaggiate, ai sensi dell’art. 5, comma 7, del citato decreto-legge n. 4/2019, come disciplinato dalla deliberazione ARERA n. 165/2019/R/COM.
Pertanto, ai beneficiari del RdC che facciano domanda, solo a partire dal 20/5/2019, è esteso il bonus sociale idrico, a condizioni che l’indicatore ISEE rispetti le soglie sopra indicate.
Per gli utenti diretti (titolari di una fornitura per il servizio di acquedotto ad uso domestico residente), l’erogazione avviene in bolletta con l’ammontare annuo erogato pro-quota giorno. Ogni bolletta ricevuta per il periodo di validità dell’agevolazione indica, in un’apposita voce a credito dell’utente, la quota del bonus che viene erogata in proporzione al periodo cui la bolletta stessa fa riferimento.
Per gli utenti indiretti (che utilizzano nell’abitazione di residenza una fornitura per il servizio di acquedotto intestata ad un’utenza condominiale), l’erogazione avviene in un’unica soluzione.
Per richiedere il bonus occorre compilare l’apposito modulo e consegnarlo al proprio Comune di residenza o presso altro soggetto designato dal Comune stesso (Centri di Assistenza Fiscale).
La domanda di ammissione o di rinnovo al bonus è disponibile sui seguenti siti istituzionali:
http://www.acquedottobiviere.it/pdf/2019/Modulo_A_Bonus_Sociale.pdf
https://www.arera.it/allegati/consumatori/moduli/modulo_A.pdf
http://www.sgate.anci.it/sites/default/files/Modulo_A_1.pdf
Il bonus sociale idrico viene riconosciuto per 12 mesi e può sempre essere rinnovato, se sussistono ancora le condizioni per averne diritto.

Emergenza Coronavirus

Uffici e sportelli chiusi al pubblico, garantiti tutti i servizi essenziali

Si invitano gli Utenti a utilizzare i canali telefonici e on line solo per urgenze.

In relazione all'evoluzione dell’epidemia di Coronavirus/COVID–19 e visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – Serie Generale – n. 62 del 9 marzo 2020, l’Acquedotto Consortile Biviere ha deciso di chiudere le attività di sportello e di sospendere tutti gli appuntamenti con gli operatori dei punti acqua e con i tecnici incaricati dei sopralluoghi. Sospese anche le letture e le sostituzioni programmate dei contatori.

Rimangono operativi con i livelli minimi di servizio a garanzie di urgenze e di prestazioni non rimandabili, le squadre di pronto intervento e le squadre tecniche per allacciamenti e sopralluoghi urgenti.

Gli Utenti sono invitati a rivolgersi al numero di assistenza e pronto intervento 091 431 711 solamente per urgenze, dalle ore 08:00 alle ore 14:00, dal lunedì al venerdì.

La scelta di ridurre al minimo i contatti tra le persone dell’ACB e gli Utenti e gli spostamenti, risponde alle indicazioni delle Autorità Sanitarie e allo stesso tempo rappresenta uno dei tasselli del piano operativo previsto dall’ACB per la gestione delle crisi sanitarie, durante le quali la priorità dell’ACB è la garanzia assoluta della continuità e qualità del servizio che sono sempre assicurati e la massima tutela della salute di tutte le persone.

Inoltre è attivo il canale d’informazione gratuito e automatico su smartphone, installando l’APP Telegram e iscrivendosi al canale @protezionecivilepalermo informazioni su https://t.me/ProtezioneCivilePalermo o consultando le informazioni urgenti dei siti web istituzionali dei Comuni di Palermo e Monreale.

Le disposizioni del presente avviso producono effetto dalla data del 10 marzo 2020 e sono efficaci fino al 3 aprile 2020.

Il Direttore dell’ACB

       Enrico Russo

Telefono                     091 431 711

Sportello on line       http://www.acquedottobiviere.it

Posta elettronica     utenza@acquedottobiviere.it

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020, recante “Ulteriori disposizioni attuative del decreto–legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID–19, applicabili sull'intero territorio nazionale”.